LA CARTA STATUARIA E IL CONSIGLIO DIRETTIVO

“Téchne. Arti e culture dell’industria in Toscana”

[Estratto dello Statuto]

 

Art. 2. - L'associazione “Téchne. Arti e culture dell’industria in Toscana” persegue i seguenti scopi:

Diffondere la cultura nell’ambito della Regione Toscana con particolare, ma non esclusivo riguardo alla cultura industriale nelle sue molteplici implicazioni di carattere artistico, letterario, musicale, filosofico, storico, economico e socio-etno antropologico.

Ampliare la conoscenza della complessa interazione tra industria, società e ambiente.

Proporre analisi e dibattiti su tale questioni ivi compresi seminari, lezioni, conferenze, spettacoli ed attività editoriali.

Favorire l’azione di sostegno alla cultura in tutte le sue manifestazioni da parte delle imprese coinvolgendo direttamente e indirettamente gli imprenditori nella conservazione dei beni culturali ed artistici, librari e archivistici.

Proporsi con iniziative a sostegno degli artisti per l’individuazione e la creazione di spazi dedicati alla promozione e divulgazione delle loro opere.

 

Art. 3. - L'associazione “Téchne. Arti e culture dell’industria in Toscana” per il raggiungimento dei suoi fini, intende promuovere varie attività, in particolare:

a)attività culturali: convegni, conferenze, dibattiti, seminari, proiezioni di films e documenti, concerti, lezioni ed ogni altra iniziativa che sia motivatamente ritenuta adatta a raggiungere gli scopi che si prefigge l’associazione;

b)attività di studio e ricerca anche in collaborazione con enti a ciò preposti, università, fondazioni, archivi, musei, biblioteche e centri di documentazione siano essi pubblici o privati;

c)attività editoriali, pubblicazioni di atti di conferenze, resoconti seminariali, saggi e studi che rientrano nelle tematiche sopra elencate.

 

Art. 4. - L'associazione “Téchne. Arti e culture dell’industria in Toscana” è aperta a tutti coloro che, interessati alla realizzazione delle finalità istituzionali, ne condividono lo spirito e gli ideali.

 

 

 

Fanno parte del Consiglio Direttivo e sono soci fondatori

 

Vinicio Capezzuoli

Alessandro Ciampolini

Paolo De Simonis

Maurizio Giani

Michele Lamanna

Alessandro Maltinti

Roberto Mancini

Tiziano Pucci

Simone Siliani

 

 

Roberto Mancini, presidente; Maurizio Giani, vicepresidente;

Paolo De Simonis, tesoriere

 

Copyright © All Rights Reserved.